8 OTTOBRE, MANIFESTAZIONE NAZIONALE. GLI STUDENTI SCENDONO IN PIAZZA


L’Alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica innovativa, che attraverso l’esperienza pratica aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini di studentesse e studenti, ad arricchirne la formazione e a orientarne il percorso di studio e, in futuro di lavoro, grazie a progetti in linea con il loro piano di studi.

Restando sul tema PCTO, siamo in attesa di capire quale sarà la trasformazione che verrà marcata sui percorsi dell’alternanza scuola-lavoro dal nuovo Governo.

Durante la giornata di sabato 8 ottobre 2022, la Rete degli Studenti Medi e l’Unione degli Universitari parteciperanno alla manifestazione nazionale indetta dalla Cgil e scenderanno in piazza per lanciare alcune proposte per il futuro:

  • diritto allo studio scolastico e universitario;

  • politiche ambientaliste immediate;

  • lavoro stabile e retribuito;

  • nuovi investimenti e soluzioni sulla salute mentali.

Rete degli Studenti Medi e dall’Unione degli Universitari

“Durante la campagna elettorale abbiamo chiesto impegni a tutti i candidati e le candidate. Nessun candidato della coalizione di Centrodestra ha sottoscritto le cento proposte degli studenti. Per noi si parte da qui. Siamo pronti a fare opposizione perché pensiamo che le forze politiche che molto probabilmente andranno al Governo non ci rappresentano e non fanno gli interessi degli studenti e dei giovani. Difenderemo i diritti conquistati, a partire dalla Costituzione Antifascista, e ne continueremo a chiedere di altri. Aspettiamo questo Governo sulle proposte. Sabato dimostreremo che siamo pronti a mobilitarci in ogni momento.”


di CLAUDIO CASTAGNA


0 visualizzazioni0 commenti