ABILITAZIONE PER LE PROFESSIONI DI OTTICO E ODONTOTECNICO

LE INDICAZIONI DEL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE


Il Ministero dell’Istruzione ha di recente pubblicato una nota in cui dà indicazioni per quanto riguarda lo svolgimento degli esami di abilitazione per le professioni di ottico e odontotecnico che avverranno dopo lo svolgimento degli esami di stato di maturità.

All'esame saranno ammessi gli aspiranti alla professione che hanno conseguito nel corso degli studi:

  1. il titolo di istruzione secondaria di secondo grado degli indirizzi ottico e odontotecnico;

  2. il diploma di qualifica, rispettivamente, di "operatore meccanico ottico" e "operatore meccanico odontotecnico", entro l'anno scolastico 2013/14;

  3. il titolo di istruzione secondaria di secondo grado;

  4. il titolo di Laurea in Scienze e Tecnologie Fisiche (L 30) con contenuti, pari ad almeno 30 CFU, relativi ad attività e insegnamenti obbligatori di ottico;

Gli aspiranti in possesso del diploma di maturità e della laurea in Scienze e Tecnologie Fisiche, devono aver svolto attività lavorativa o, aver seguito un corso di formazione in cui sono presenti anche le materie previste nel corso di studi per ottico e odontotecnico. Inoltre, gli aspiranti che avranno acquisito il diploma e la laurea in Scienze e Tecnologie Fisiche, dovranno svolgere le prove d’accesso preliminari all’esame di abilitazione in modo tale da verificare le conoscenze apprese durante il corso di studio ottico e odontotecnico.


L’esame, che si tiene di norma il 15 ottobre, consiste in una prova scritta, una pratica e un colloquio. Per ogni candidato la commissione assegnerà un credito di massimo 30 punti che concorre al voto finale. La prova è superata dal candidato che otterrà un punteggio minimo di 60 punti su 100.


di CLAUDIO CASTAGNA


Ordinanza ministeriale 248 del 6 agosto 2021
.pdf
Download PDF • 339KB