AL VIA LA CAMPAGNA “INFLUENZA: PREVENIRE E PROTEGGERE” PER I BAMBINI


LaFabbrica, gruppo internazionale leader nello sviluppo di percorsi di comunicazione educativa, in collaborazione con la Società Italiana di Pediatria e con il contributo incondizionato di AstraZeneca ha lanciato la campagna “Influenza: prevenire e proteggere”.


La campagna ha l’obiettivo di sensibilizzare i genitori dei bambini tra i 4 e i 10 anni attraverso una corretta prevenzione per evitare che il virus colpisca i più piccoli e proteggere così tutta la tua famiglia.

Ecco alcuni giochi o attività divertenti da adottare in famiglia che mirano a incoraggiare e premiare i comportamenti virtuosi dei bambini:

  • Per abituare a lavare spesso le mani, la mattina apponi un piccolo timbro di inchiostro lavabile sul dorso. Lavaggio dopo lavaggio, vince chi cancella il timbro per primo!

  • I bambini si scambiano spesso giochi, penne o altri oggetti. Distingui, con delle etichette divertenti e colorate, quelli che possono essere condivisi da quelli a esclusivo uso personale.

  • Fai una fotocopia della pagina precedente e appendila in casa in un luogo ben visibile. A fine giornata, ripercorrete insieme i comportamenti virtuosi adottati e premiate chi è stato più bravo.


Un altro punto su cui verte “Influenza: prevenire e proteggere” è l’importanza del vaccino antinfluenzale.

Il vaccino antinfluenzale è la modalità più efficace per prevenire l’influenza. In caso di contagio, ne attenua i sintomi e nei bambini, riduce del 74% il rischio di ricovero.

Il Ministero della Salute lo raccomanda per tutti, a partire dai 6 mesi di età (ad esclusione di coloro che potrebbero avere delle controindicazioni).

Il vaccino non è importante solo per proteggere se stessi ma anche gli altri, soprattutto i più fragili come i neonati, i malati e gli anziani, e contribuisce a ridurre la circolazione del virus nelle comunità.

I vaccini antinfluenzali sono prodotti secondo rigorose norme di sicurezza e sono utilizzati ormai da diversi decenni su tutta la popolazione mondiale.

Da qualche anno, in Italia, è possibile scegliere tra la modalità iniettiva e quella in spray nasale. (quest’ultima particolarmente apprezzata dai bambini che temono la puntura!).



LOCANDINA
.pdf
Download PDF • 277KB

di VALENTINA ZIN

0 visualizzazioni0 commenti