ASSEGNO UNICO UNIVERSALE,IN ARRIVO IL DECRETO ATTUATIVO.


Si chiama Family act, il decreto attuativo pronto per il Consiglio dei ministri.

Il lavoro fatto dal Ministero per la Famiglia insieme al Ministero dell’Economia arriverà nelle prossime settimane in Consiglio dei Ministri, e successivamente, andrà all’esame delle commissioni parlamentari e alla Conferenza unificata, che avranno 30 giorni per dare il via definitivo.

L’assegno universale unico per i figli dovrà essere introdotto con un provvedimento, dal 1° gennaio 2022, e prevede un assegno mensile fino a 180 euro per ogni figlio minorenne, con un aumento da 80 a 90 euro dal terzo figlio in poi.

L’Isee più basso farà si che, la famiglia possa ricevere il massimo importo dovuto, con Isee più alto sarà comunque prevista una somma di 40 – 50 euro mensili.

Il costo allo Stato sarà poco meno di 20 miliardi di euro all’anno.

Sei miliardi arriveranno dal fondo per la riforma fiscale istituito dalla precedente legge di bilancio ed ulteriori 6 miliardi che il sistema attuale destina alle detrazioni Irpef per figli a carico.

Questo nuovo strumento è visto come un incentivo unico e universale al sostegno fiscale alle famiglie.

Sono state prese in considerazioni anche le famiglie con figli dai 18 ai 21 anni che rimangono a carico del nucleo familiare, con una procedura che richiede loro di essere inseriti in percorsi di formazione, di avviamento al lavoro o nelle liste di collocamento.

Per coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza è stato formulato un meccanismo per evitare il doppio sostegno per la stessa condizione.


0 visualizzazioni0 commenti