ATTIVITÀ TEATRALE A SCUOLA: STRUMENTI E BENEFICI PER GLI STUDENTI


La giornata Mondiale del Teatro è nata a Vienna nel 1961 durante il IX Congresso mondiale dell'Istituto Internazionale del Teatro su proposta di Arvi Kivimaa a nome del Centro Finlandese, e dal 27 marzo 1962, è celebrata dai Centri Nazionali dell'I.T.I. che esistono in un centinaio di paesi del mondo.

Nelle scuole le attività teatrali tendono ad educare gli alunni già da giovani alla comunicazione e all'apprendimento delle nozioni riguardanti l’arte.

L’attività teatrale a scuola permette di sviluppare competenze:

  • affettive e relazionali: il teatro promuove lo sviluppo emotivo dell’individuo, consolida la sicurezza interiore, aiuta a gestire i conflitti e a collaborare con gli altri;

  • corporee, motorie e percettive: aiuta ad imparare ad usare meglio il corpo nello spazio, organizzando il movimento in base allo scopo. Inoltre, permette di acquisire coordinamento e capacità comunicative espressive e gestuali;

  • cognitive: sviluppa il pensiero critico e la capacità d’analisi e di risoluzione di un problema;

  • storico-culturali: permette di conoscere meglio differenti culture e tradizioni.

di CLAUDIO CASTAGNA


0 visualizzazioni0 commenti