ATTUALITÀ: INTERVIENE PAPA FRANCESCO A “CHE TEMPO CHE FA”

Il Pontefice ha affrontato temi di attualità chiedendo la collaborazione della società


Nella puntata di ieri a Che tempo che fa, programma di Fabio Fazio, è intervenuto Papa Francesco, in collegamento da Casa Santa Marta, affrontando temi caldi dell'attualità come: aggressività, bullismo, rispetto per l’ambiente e il futuro della chiesa.


AGGRESSIVITÀ E BULLISMO, UN PROBLEMA SOCIALE


"Il problema dell’aggressività sociale lo hanno studiato psicologi e sociologi bene. Sottolineo che è cresciuto il numero dei suicidi giovanili, ha detto il pontefice, evidenziando l'importanza della scuola in un contesto sociale fragile come questo attuale.

"L’aggressività va educata, di per sè non è negativa, può essere positiva ma può essere distruttiva e inizia con la lingua, il chiacchiericcio: nelle famiglie e nei quartieri distrugge l’identità. Se hai una cosa contro l'altra o te la tieni o meglio dirla in faccia ed essere coraggiosi”.

“GENITORI SIANO VICINI AI FIGLI, SIANO COMPLICI”


Il Papa ha detto che quando confessa coppie giovani, spesso gli chiede, “tu giochi con i tuoi figli?”, sentendo risposte che lui stesso dichiara, molto dolorose;

Padre, quando esco dormono e quando torno pure”.

Il Pontefice sottolinea quanto la società odierna sia crudele e allontani i genitori dai figli e chiede loro di essere quasi complici dei propri figli da permettergli di crescere insieme.

Sul tema dell’ambiente, interviene con una frase molto importante che racchiude l’importanza di ciò che ha creato Dio, “Buttare la plastica in mare è criminale, tuteliamo il creato”.


Infine chiude l’intervento rispondendo alla domanda sul futuro della chiesa:

“Oggi il male della più grande è la mondanità spirituale, è una chiesa mondana. Questa mondanità spirituale fa crescere il clericalismo, una cosa brutta, una perversione della Chiesa, che porta a posizioni ideologicamente rigide. Così l'ideologia prende il posto del Vangelo".


di CARLO VARALLO

0 visualizzazioni0 commenti