BOZZA LEGGE DI BILANCIO: DOMANDE PENSIONE ANTICIPATA ENTRO IL 28 FEBBRAIO


Nel disegno di Legge di Bilancio 2023 è prevista la pensione anticipata con 62 anni di età e 41 di contributi.

Nel testo si legge che “in via sperimentale per il 2023, gli iscritti all'assicurazione generale obbligatoria e alle forme esclusive e sostitutive della medesima, gestite dall'INPS, nonché alla gestione separata, possono conseguire il diritto alla pensione anticipata al raggiungimento di un'età anagrafica di almeno 62 anni e di un'anzianità contributiva minima di 41 anni, di seguito definita «pensione anticipata flessibile»”.


La domanda di collocamento a riposo deve essere presentata all'amministrazione di appartenenza con un preavviso di sei mesi.

Il personale del comparto scuola ed AFAM a tempo indeterminato può presentare domanda di cessazione dal servizio entro il 28 febbraio 2023 con effetti dall'inizio rispettivamente dell'anno scolastico o accademico.


Il diritto conseguito entro il 31 dicembre 2023 può essere esercitato anche successivamente. Il trattamento di pensione anticipata è riconosciuto per un valore lordo mensile massimo non superiore a cinque volte il trattamento minimo previsto a legislazione vigente.


legge-di-bilancio-2023-bozza-del-23112022 (1)
.pdf
Download PDF • 935KB

di VALENTINA ZIN


0 visualizzazioni0 commenti