CAMPANIA: IL GOVERNATORE DE LUCA PRESENTA IL PIANO DELLA NUOVA SANITÀ

È stato presentato un nuovo modello che sarà “più vicino ai bisogni dei cittadini”


Il Governatore Campano, Vincenzo De Luca ha presentato il piano della nuova sanità, che avrà l’obiettivo di essere più vicino ai bisogni dei cittadini.


Il programma prevede:


  • 169 case della comunità;

  • 45 ospedali della comunità;

  • 58 centrali operative territoriali


Case della comunità

Sono le nuove strutture socio-sanitarie previste dalla legge di potenziamento per la presa in carico di pazienti affetti da patologie croniche.

All’interno di queste strutture verranno effettuati screening diabetologici, oncologici ed esami di spirometria ed elettrocardiogramma.

Il tutto sarà gestito da un gruppo composto da: medici, infermieri, operatori socio sanitari, psicologi e assistenti sociali.


Ospedali della comunità

Sono strutture residenziali in grado di erogare assistenza sanitaria di breve durata. Il servizio è riservato ai pazienti che non possono essere assistiti adeguatamente a domicilio per motivi socio sanitari.


Il progetto prevede la riduzione degli accessi al pronto soccorso ed è volto a favorire le dimissioni protette dagli ospedali regionali.

Saranno inoltre munite di centrali operative che potrebbero fungere da filtro per il 118.


Più vicini ai cittadini

Questo nuovo piano di sanità territoriale ridurrebbe i tempi di attesa e garantirebbe la parità di accesso alle cure.


Fondi Pnrr

L’investimento della Regione dovrebbe poter attingere ai fondi del Pnrr per 380 milioni di euro con il completamento entro i prossimi tre anni.


Criticità

Il Presidente della regione ha evidenziato alcuni problemi da affrontare prima di dar via al progetto:


  • Assunzione del personale da parte dello stato;

  • Distribuzione dei fondi tra regioni in modo equo nel reparto sanità.


“Come si fa a realizzare 169 case di comunità senza affrontare il problema del personale? Ed è questo il tema in discussione tra la regione Campania e il Governo. Abbiamo bisogno di fare assunzioni di personale pubblico per dare stabilità alle case di comunità”.


di VALENTINA ZIN



0 visualizzazioni0 commenti