CARO-ENERGIA A SCUOLA: IL LICEO SCIENTIFICO BANFI ADOTTA LA SETTIMANA CORTA


Ormai il problema del caro-prezzi e in particolar modo del caro-bollette sembra essere diventato un pensiero fisso della quotidianità. In tutti i settori, compreso quello della scuola, si pensa a come fare per affrontare

l’imminente inverno che sarà caratterizzato da prezzi a dir poco “stellari”.

Infatti, a Monza e Brianza, il liceo scientifico Banfi ha deciso di introdurre la settimana corta: gli alunni saranno in aula lunedì al venerdì e non più dal lunedì al sabato.


La decisione presa è strettamente collegata ad un fattore economico: lasciare i ragazzi a casa il sabato significa risparmiare un giorno di accensione del riscaldamento.


Il complesso, dove vi ha sede per l’appunto il Banfi, ospita anche altri 3 istituti che anch’essi ormai da tempo hanno adottato il sistema della settimana corta. Si tratta di un enorme impianto di riscaldamento centralizzato che deve operare su tutti gli istituti, un costo a dir poco insostenibile.


Come scrive l’ANSA “Una decisione che il Consiglio d'istituto ha preso lo scorso venerdì, definendola 'difficile' e 'sofferta' e 'non definitiva' ma "la Provincia ha chiesto senso di responsabilità e la scuola ha così deciso di fare la sua parte". Nel conto economico del riscaldamento delle scuole, in provincia di Monza, la previsione di spesa per il riscaldamento degli istituti sarebbe passata da 4 a 10 milioni di euro l'anno.”


di VALENTINA ZIN

0 visualizzazioni0 commenti