CASI DI POSITIVITÀ COVID-19 ALL’INTERNO DELLE SCUOLE. COME COMPORTARSI?


Da qualche settimana ormai, in tutta Italia, è stato dato il via alle nuove attività didattiche per l’anno scolastico 2022-23.

Per quest’anno, nonostante il numero dei contagi, è stato deciso di accantonare la mascherina e di togliere l’obbligo del distanziamento interpersonale.

Proprio così: gli studenti hanno fatto il loro ingresso senza dover rispettare alcuna misura per contrastare la diffusione del virus.

Nonostante ciò, in alcune regioni è tornata la paura in quanto iniziano a manifestarsi i primi casi da covid-19 all’interno delle scuole. Ma come dovranno comportarsi le istituzioni scolastiche? Innanzitutto i casi di positività dovranno risultare non dai test fai da te, ma da quello molecolare o antigenico, e una volta ottenuto il risultato sarà necessario comunicarlo alla scuola di appartenenza. L’interessato dovrà osservare il periodo di isolamento nel proprio domicilio.

Per gli asintomatici o per tutti coloro che non presentano sintomi legati al virus da almeno due giorni, dovranno rispettare l’isolamento che si riduce dai 7 ai 5 giorni.

Ricordiamo, inoltre, che per effettuare il rientro a scuola dopo il periodo di malattia, l’interessato dovrà esporre l’esito con risultato negativo al test antigenico o molecolare.


di CLAUDIO CASTAGNA


0 visualizzazioni0 commenti