CINA, PECHINO CHIEDE AI GENITORI DI NON FARE STUDIARE TROPPO I FIGLI


Più attività ricreative ed esercizio fisico, e meno compiti ed internet per i minori


Il governo di Pechino ha varato una nuova legge sulla “promozione dell’educazione familiare”.


La Cina, infatti, ha approvato una normativa che sollecita i genitori a diminuire i pesanti carichi di studio imposti finora ai figli e ad impegnarsi per evitare che, allo stesso tempo, diventino dipendenti dal web.


La nuova legge chiede ai genitori di non imporre un eccessivo carico didattico ai figli, chiarendo la necessità di organizzare in modo appropriato il tempo da dedicare allo studio e quello invece per il riposo, le attività ricreative e l'esercizio fisico.

Inoltre, stabilisce che i genitori o i tutor sono responsabili dell'educazione familiare dei minori, mentre lo Stato, le scuole e la società devono fornire guida, sostegno e servizi in tale ambito.


0 visualizzazioni0 commenti