CONCORSO ORDINARIO: MODIFICHE DA PARTE DEL MINISTERO


L’attesa cresce per l’avvio delle procedure indette con DD n. 498 del 21 aprile 2020 e DD n. 499 del 21 aprile 2020. Le domande sono state presentate entro il 31 luglio 2020, nel frattempo il Decreto Sostegni bis ha modificato la procedura e si attende la pubblicazione dei nuovi bandi in Gazzetta Ufficiale.


Vediamo le modifiche apportate dal Decreto Sostegni:


È stata eliminata la prova preselettiva, prevista per quelle classi di concorso o posti di insegnamento in cui il numero dei partecipanti era superiore a 250 e a quattro volte il numero dei posti banditi, regione per regione.


Il concorso sarà cosi strutturato:


· prova scritta, con più quesiti a risposta multipla, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese.


· Prova orale, (70/100) il punteggio per considerarsi superata la prova.


- Valutazione dei titoli

- formazione della graduatoria sulla base delle valutazioni di prova orale + prova scritta + titoli nel limite dei posti messi a concorso

Le nuove norme del Decreto Sostegni bis saranno utilizzate anche per i concorsi già banditi nel 2020 e saranno modificati con decreto del Ministero dell’istruzione senza che ciò comporti una riapertura dei termini di iscrizione.


( Saranno riaperte le iscrizioni solo per le classi di concorso delle discipline STEM).


Di conseguenza per gli aspiranti, non sarà possibile effettuare modifiche alla domanda, come ad esempio la scelta della regione ma potranno essere rivisti invece i programmi. Sarà sempre il Ministero a nominare la commissione nazionale incaricata di redigere i quadri di riferimento per la valutazione della prova scritta, i programmi delle prove, i requisiti dei componenti delle commissioni cui spetta la valutazione della prova scritta e della prova orale, i titoli valutabili e il relativo punteggio.

0 visualizzazioni0 commenti