CONCORSO STRAORDINARIO BIS: POSTICIPAZIONE ANNO DI FORMAZIONE E PROVA


Sono giornate impegnative per i partecipanti del concorso straordinario bis che si stanno preparando a sostenere l’esame per l’assunzione docenti nella scuola secondaria.


Ma una volta superato il concorso, come si procederà?


Una volta decretati i vincitori, gli interessati saranno chiamati a svolgere l’anno di formazione e prova. Nel momento in cui il percorso dovesse essere valutato positivamente, il contratto a tempo determinato passerà a indeterminato, e di conseguenza l’aspirante docente sarà immesso in ruolo. Al momento della conferma del ruolo e nel momento in cui i docenti risulteranno privi, conseguiranno l’abilitazione per la classe di concorso relativa.


Inoltre, la normativa prevede che l’anno di prova e di formazione possa essere posticipato, questo avverrà in alcuni casi, ovvero:

  • La negativa valutazione del percorso di formazione e prova comporta la reiterazione dell’anno di prova ai sensi dell’articolo 1, comma 119, della legge 13 luglio 2015, n. 107.

  • Il rinvio del percorso di formazione e prova per giustificati motivi normativamente previsti comporta la reiterazione dell’anno di prova come regolamentato dall’articolo 438 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e dall’articolo 1, comma 116, della legge 13 luglio 2015, n. 107.

  • Qualora nell’anno scolastico non siano stati prestati 180 giorni di effettivo servizio (dei quali almeno 120 giorni per le attività didattiche), la prova è prorogata di un anno scolastico, con provvedimento motivato, dall’organo competente per la conferma in ruolo.


pdf (3)
.pdf
Download PDF • 5.80MB

decreto-miur-108-del-28-aprile-2022
.pdf
Download PDF • 422KB

di CLAUDIO CASTAGNA