CONTRATTO COVID. Il PERSONALE ATA NON È DI SERIE B


I cosiddetti contratti “COVID”, sono supplenze temporanee con scadenza al 30 dicembre 2021, per questi, lo stato ha stanziato delle risorse per l’anno scolastico 2021/22, Decreto Sostegni bis (DL 73/2021, art.58 comma 4-ter lett. a).

Sono figure intese come “finalità connesse all’emergenza epidemiologica”, quindi da impiegare non solo per le pulizie ma, utilizzare tale potenzialità nella sua interezza, come previsto dal mansionario (specificato alla Tabella A annessa al CCNL 2007).


Il collaboratore scolastico (area A), Esegue, nell’ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione non specialistica.


Le sue mansioni variano tra, compiti di accoglienza e di sorveglianza nei confronti degli alunni, nei momenti antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche o durante la ricreazione, di pulizia dei locali, spazi scolastici e degli arredi, nonché vigilanza sugli alunni e l’assistenza necessaria durante i pasti nelle mense scolastiche, custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici, di collaborazione con i docenti.

Assistenza agli alunni portatori di handicap nell’accesso alle aree esterne alle strutture scolastiche, nonché nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale in riferimento alle attività previste dall’art 47.



0 visualizzazioni0 commenti