CORONAVIRUS A SCUOLA: PRIMI IMPIANTI DI AERAZIONE NEL FOGGIANO


A distanza di due anni dall’inizio dell’emergenza sanitaria da Covid-19, quest'anno, gli studenti hanno fatto il loro ingresso senza l’uso delle mascherine, senza distanziamento interpersonale e senza dover rispettare alcune misure per contrastare la diffusione del virus, questo nonostante i contagi ad oggi risultano in lieve calo ma la circolazione del virus continua a persistere.


Negli ultimi tempi, in previsione della riapertura delle scuole dopo la pausa estiva, non si è parlato d’altro se non dei sistemi di aerazione all’interno delle scuole. L’obiettivo è di accogliere studenti, docenti e tutto il personale scolastico in un ambiente sicuro.


Secondo alcune fonti, in Puglia, in un piccolo comune del Foggiano, precisamente a Sant’Agata di Puglia, l’amministrazione comunale avrebbe programmato, finanziato e fatto installare in tutte le classi un impianto di ricambio d’aria in una scuola materna elementare e media. Impianti anche nelle palestre e nelle sale utilizzate per le riunioni.


“Con quest’impianto sarà possibile il riciclo dell’aria senza dover aprire le finestre, specialmente qui a Sant’Agata di Puglia, a 800 metri, d’inverno fa freddo. Ciò consegue anche al risparmio energetico” spiega al Corriere del Mezzogiorno il sindaco, Pietro Bove.


di CLAUDIO CASTAGNA


0 visualizzazioni0 commenti