CORONAVIRUS: MARCHE IN ZONA ARANCIONE DA LUNEDÌ 7 FEBBRAIO

I CAMBIAMENTI RELATIVI ALL’ACCESSO DEI VARI SERVIZI OFFERTI SUL TERRITORIO

Il presidente Francesco Acquaroli, comunica una notizia molto importante per la regione Marche: "Come ipotizzato è arrivata la comunicazione del Ministro Speranza per il passaggio delle Marche in zona arancione da lunedì. La Regione non ha alcun potere di intervento rispetto a questa misura che, anche se prevedibile da oltre un mese, ritengo ormai essere superata rispetto alla fase attuale della pandemia", si legge in un suo post Facebook.


COSA CAMBIA IN ZONA ARANCIONE?

I soggetti che non sono in possesso di certificazione verde potranno spostarsi dal comune o dalla regione solo per esigenze lavorative, di salute, necessità o per servizi che nel proprio comune non sono disponibili. Per gli spostamenti è necessario essere in Green Pass base. Per circolare senza nessuna limitazione, indipendentemente dal colore della regione, è necessario essere in possesso del Super Green Pass.

Negli autobus non c’è nessuna modifica relativa alla capienza massima (80%), resta l’obbligo di green pass per l’accesso a questi ultimi.


Attività lavorative

Come per le altre zone, l'accesso ai luoghi di lavoro e mense è consentito solo con Green Pass base o Green Pass rafforzato.

Dal 15 gennaio entrerà in vigore l’obbligo di certificazione verde per accedere a negozi, tutti i posti di lavoro, servizi pubblici e centri commerciali.

In zona arancione e nei giorni festivi, l’accesso ai centri commerciali è consentito solo ai soggetti in possesso di Super Green Pass.


Parrucchieri e centri estetici

Per la zona arancione non sono previste limitazioni. Da ricordare però che dal 20 gennaio l’accesso sarà consentito solo con Green Pass base.


Scuola e Università

Per Università e scuole restano invariate le regole già in vigore per la zona bianca o gialla. La situazione cambia per i corsi di formazione in presenza: consentita la frequenza solo con Super Green Pass.


Strutture sanitarie

L’accesso a strutture sanitarie, socio-sanitarie, residenziali e socio assistenziali è consentito solo con il green pass rafforzato più tampone negativo per chi non ha somministrato la dose booster.


Ristoranti, bar e alberghi

L’accesso è consentito con il Super Green Pass.


di VALENTINA ZIN

contatti: redazione@ascuolaoggi.it - info@ascuolaoggi.it


0 visualizzazioni0 commenti