“COSTRUIRE FUTURO, INSIEME”

PROGETTO DI ACTIONAID E FONDAZIONE CDP CONTRO LE DISEGUAGLIANZE EDUCATIVE E LA DISPERSIONE SCOLASTICA


“Costruire Futuro, Insieme”, è nome del progetto promosso da ActionAid e Fondazione Cassa depositi e prestiti che coinvolgere docenti, educatori, genitori e giovani in attività curriculari ed extracurriculari contro disuguaglianze e dispersione scolastica. Al progetto parteciperanno circa 9.000 ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 19 anni, che svilupperanno le proprie competenze tramite attività di cittadinanza attiva e percorsi di formazione, in presenza e a distanza, sui temi di orientamento allo studio e al lavoro e prevenzione della violenza di genere, con un focus sul cyberbullismo. L'iniziativa prevede anche percorsi di formazione rivolti a circa 500 docenti e educatori sulle tematiche di cittadinanza attiva e didattica inclusiva.

Le attività sono realizzate in collaborazione con un istituto scolastico – come polo centrale di sviluppo – facendo sistema con una rete di istituti e associazioni sul territorio che si occupano di giovani. Tra gli strumenti messi a disposizione per approfondire i temi della cittadinanza attiva, delle diseguaglianze e dell'educazione civica, il portale di ActionAid, Agente 0011 – già operativo dal 2015, con 5000 visitatori l'anno e 200 gruppi classe iscritti – punta a coinvolgere i giovani anche attraverso la tecnologia immersiva di un serious game (un gioco progettato a fini educativi) dedicato al progetto.

Il gioco “InclusiCity” vedrà ragazze e ragazzi vestire i panni del sindaco o della sindaca di una città con l'obiettivo di renderla inclusiva mantenendo un equilibrio tra sostenibilità economica, benessere cittadino e rispetto ambientale. Un ulteriore strumento chiave del progetto è Radio Kivuli - la webradio di ActionAid - che darà voce a tutti i protagonisti dell'iniziativa, grazie a laboratori ad hoc sulla metodologia della radio e la creazione di quattro podcast dedicati.

Nell'ambito del progetto “Costruire Futuro, insieme” è prevista anche una partnership con la Fondazione Milan, la public charity legata al più ampio contesto di Responsabilità e Sostenibilità del Gruppo Ac Milan. Grazie a questa collaborazione verranno realizzate giornate-evento nelle città di Siracusa, Reggio Calabria e Roma, dove educatori e allenatori di Fondazione Milan proporranno momenti educativi e sportivi in cui verranno coinvolti studenti e docenti. Infine, è previsto un piano di azioni di volontariato di competenza promosso da Fondazione Cassa depositi e prestiti per coinvolgere i dipendenti del Gruppo Cdp in attività di tutoraggio e orientamento rivolte agli studenti del progetto su un ampio spettro di temi, come ad esempio la sostenibilità, l'innovazione e il digitale.

“Povertà, disuguaglianza ed esclusione incidono sulla capacità dei giovani di prendere parte alla vita delle loro comunità. Con il progetto “Costruire futuro, Insieme” proveremo a spezzare questo circolo - spiega Katia Scannavini, Vicesegretaria Generale ActionAid Italia – creando le condizioni affinché tanti ragazzi e tante ragazze possano ricostruire fiducia e motivazione in sé stessi e incontrare concrete opportunità di crescita, tornando in questo modo ad essere protagonisti del loro futuro”.

L'abbandono scolastico in Italia è un fenomeno sempre più allarmante e gli ultimi dati Istat lo confermano. Nel 2020, l'abbandono degli studi prima del conseguimento del diploma è stato dell'11% nel Nord, 11,5% nel Centro e 16,3% nel Sud-Italia.

“Abbandono scolastico e povertà educativa sono fenomeni che nel nostro Paese possono compromettere il futuro di molti giovani, ai quali non deve essere negata l’opportunità di accesso a percorsi di formazione che li aiutino a crescere e a esprimere le loro potenzialità. Fondazione CDP - ha commentato il Presidente di Fondazione CDP, Giovanni Gorno Tempini - è impegnata, e lo sarà sempre di più anche nei prossimi anni, nel favorire la concreta realizzazione di progetti di educazione e formazione, che possano contribuire al rilancio dell’economia e generare ricadute positive sul sistema Paese”.


di MARIA SQUILLARO


0 visualizzazioni0 commenti