COVID CAMPANIA: DE LUCA VUOLE LA DAD PER UN MESE. PRESIDI E FAMIGLIE DICONO NO


Anche la regione Campania si ritrova a fare i conti con l’aumento dei contagi da Covid nelle scuole, e proprio su questo fronte, la regione, durante il corso della Conferenza Stato Regioni, Il governatore De Luca richiesto del ripristino della didattica a distanza a partire già dai primi di dicembre.

“Considerato che ci separano 10-12 giorni dalla pausa natalizia - ha detto il vicepresidente della Regione, Fulvio Bonavitacola - abbiamo chiesto un mese di didattica a distanza per la scuola dell’obbligo perché i dati sono molto preoccupanti”.

Già qualche tempo fa, il presidente Vincenzo De Luca ha dichiarato la sua preoccupazione riguardo il numero dei casi positivi rilevati nei bambini nella fascia d'età tra gli 11 e i 15 anni, sollecitando la popolazione a completare il ciclo vaccinale.

Sulla proposta della Regione Campania, presidi e famiglie ha risposto dicono no al ritorno in DAD. A La Repubblica, una dirigente scolastica ha detto: “Una richiesta che considero di cattivo gusto”. Un’altra preside, pensa ad una possibilità: “Se sarà necessario ricorrere alla Dad per evitare i contagi ben venga”. Un’altra: “Alla Regione non sono bastati i danni già provocati?”

di CLAUDIO CASTAGNA


0 visualizzazioni0 commenti