COVID “OMICRON”: IN ISRAELE APRE PRIMO REPARTO PEDIATRICO

In previsione di una imminente ondata causata dalla contagiosità della variante Omicron anche nei bambini, Israele decide di aprire il primo reparto pediatrico “ad hoc”


I bambini sono sempre più esposti al contagio del Covid-19 a causa della variante Omicron e del suo alto tasso di contagisità. Per questo l’ospedale più grande di Israele, il Sheba Medical Center, ha deciso di aprire il primo reparto pediatrico per non essere colti impreparati dall’arrivo della prossima ondata.


"Ci stiamo preparando a una guerra come nella prima ondata", è quanto dichiarato da Moshe Ashkenazi, direttore dell’area.


Al Times of Israel, Ashkenazi spiega inoltre che "La Omicron sembra essere meno virulenta rispetto ad altre varianti, ma la maggior possibilità di essere contagiati porterà diversi bambini a essere ricoverati in ospedale", i numeri attuali dei contagi si avvicina molto a quelli della prima ondata del 2020 quindi,


"Abbiamo un senso di deja vu rispetto alla prima ondata e ci stiamo preparando per una guerra, proprio come abbiamo fatto nella prima ondata, ha aggiunto. Purtroppo i contagi si stanno diffondendo così velocemente che mi aspetto che questo nuovo reparto si riempia entro 10-14 giorni, quindi dovremo aprirne un altro".


Nonostante i tanti problemi diplomatici, Israele sta mostrando al mondo intero un modo di reagire, attento alla sua popolazione.

di CARLO VARALLO

0 visualizzazioni0 commenti