COVID PER DOCENTI E PERSONALE ATA, COSA FARE PER CHI NON SI E’ ANCORA VACCINATO


Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale in data 25 novembre 2021 nuovo decreto legge del Consiglio dei Ministri che prevede l’obbligo della vaccinazione per tutto il personale scolastico a partire dal 15 dicembre 2021.


Il decreto stabilisce che dal 15 dicembre per tutto il personale scolastico compresi i dirigenti scolastici, docenti e personale tecnico-amministrativo scatta l’obbligo vaccinale “da adempiersi, per la somministrazione della dose di richiamo, entro i termini di validità delle certificazioni verdi COVID-19 previsti dall’articolo 9, comma 3, del decreto-legge n. 52 del 2021, si applica anche alle seguenti categorie”.

Le possibilità inserite all’interno del decreto pubblicato per chi non si è ancora vaccinato sono tre

  • avviare autonomamente il percorso vaccinale, prenotando la prima dose (o la seconda, se è trascorso l’intervallo stabilito)

  • attendere l’invito da parte del Dirigente Scolastico a produrre – entro cinque giorni – la documentazione comprovante l’effettuazione della vaccinazione o il differimento o l’esenzione della stessa o comunque l’insussistenza dei presupposti per l’obbligo vaccinale o presentare la richiesta di avvio della vaccinazione (quest’ultima dovrà essere eseguita entro venti giorni dall’invito) o comunque l’insussistenza dell’obbligo (ad es. per i guariti ancora in periodo di validità del certificato).

  • non seguire il percorso vaccinale ed essere sospesi dall’attività lavorativa.

A partire dal 1° dicembre, coloro che hanno compiuto i 18 anni di età possono effettuare la terza dose di vaccino, dopo cinque mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario.

Dal 6 dicembre, il green pass pass sarà obbligatorio anche per gli alberghi, gli spogliatoi per l’attività sportiva, i servizi di trasporto ferroviario e per i servizi dedicati al trasporto pubblico.

Dal 15 dicembre obbligo vaccinale anche per il personale scolastico delle scuole statali e paritarie e anche alle :

  • scuole non paritarie

  • per i servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65

  • centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA)

  • sistemi regionali di istruzione e formazione professionale (IeFP)

  • sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (ITS)

di CLAUDIO CASTAGNA


1 visualizzazione0 commenti