CRESCE IL NUMERO DEI COMUNI CHE STA SOSPENDENDO LE LEZIONI IN PRESENZA

IN AUMENTO I COMUNI CHE STANNO EMANANDO ORDINANZE CON LE QUALI PREVEDONO LA DIDATTICA A DISTANZA


Considerato l’aumento dei contagi da Coronavirus in Italia da nord a sud, che riguarda anche i giovani, in questi ultimi giorni le perplessità sul rientro in classe dopo le festività natalizie non sono poche.

Vista la circostanza, nella regione Calabria diversi comuni, tramite ordinanza, hanno disposto la chiusura delle scuole fino al 17 gennaio (QUI L’ELENCO DEI COMUNI) . A seguire, nella tarda serata di ieri sera, Gianni Papasso, sindaco del comune di Cassano in provincia di Cosenza, ha firmato un’ordinanza che vede la sospensione delle attività didattiche e della DAD fino al 29 gennaio.


Nell’ordinanza, il sindaco Papasso ha dichiarato: “A oggi nel comune di Cassano risultano 199 casi covid e numerose ordinanze di obbligo di quarantena. Tale situazione è fonte di forte preoccupazione nel tessuto sociale e richiede, accanto al rigoroso rispetto delle misure comportamentali individuali e collettive (distanziamento interpersonale, uso della mascherina, divieto di assembramento, ecc.), una strategia di mitigazione e contenimento della diffusione del virus, soprattutto nel delicato contesto scolastico, che si intende preservare“.


Sulla decisione della sospensione delle lezioni in presenza, è stata assunta dopo aver sentito i dirigenti scolastici e i presidenti dei Consigli di Istituto degli Istituti scolastici presenti sul territorio comunale, i quali hanno manifestato grande preoccupazione e hanno condiviso la proposta di sospensione della didattica in presenza per tutte le scuole di ogni ordine e grado site nel Comune di Cassano All’Ionio fino a tutto il 29 gennaio 2022“.

di CLAUDIO CASTAGNA


0 visualizzazioni0 commenti