DAD, ATTIVATA ANCORA ANCHE CON UN SOLO CASO DI POSITIVITA’ IN CLASSE


La positività di un alunno è stata segnalata in una scuola superiore di Torino mercoledì 17 novembre. Il Dirigente scolastico ha immediatamente attivato la DAD a scopo precauzionale, avvisando le autorità sanitarie competenti sul territorio.

Le famiglie sono rimaste in attesa di essere contattate dalle autorità competenti, cosa che ad oggi, a distanza di cinque giorni, non è ancora avvenuta. E così i ragazzi sono ancora a casa a seguire le lezioni in Dad.


Quali sono le indicazioni al riguardo dei casi covid in classe?

se nella classe viene accertato un caso positivo tra gli alunni, si attiva immediatamente la sorveglianza con testing con l’effettuazione del cosiddetto T0, cioè un tampone effettuato appena possibile e comunque indicativamente nelle 48 ore successive all’identificazione del caso indice. Si può rientrare a scuola dopo il risultato del test T0 negativo. Seguirà un ulteriore test a 5 giorni di distanza (T5).

Il test può essere antigenico (rapido) o molecolare, incluso anche il test molecolare su campione salivare. Il tampone viene effettuato.

In presenza di due casi positivi:

  • I soggetti vaccinati/negativizzati negli ultimi 6 mesi proseguiranno con la sorveglianza con testing, ma potranno restare a scuola

  • I soggetti non vaccinati/negativizzati da più di 6 mesi andranno invece in quarantena.

In presenza di tre casi positivi è invece prevista la quarantena per tutta la classe.

In alcuni territori i Dipartimenti di Prevenzione riescono a stare dietro alle richieste, in tante altre situazioni non vengono applicati i protocolli previsti. Ed il risultato è che gli studenti sono costretti a restare in DAD anche con un solo caso accertato, in attesa di effettuare un tampone per poter rientrare a scuola. Tampone che dovrebbe essere eseguito entro 48 ore, ma che ad oggi, nel caso della scuola in questione, dopo cinque giorni, non sono stati ancora chiamati ad effettuare.

di CARLO VARALLO

0 visualizzazioni0 commenti