DAL 1° DICEMBRE PARTIRANNO I VACCINI ALLA FASCIA 40-60 ANNI

CIRCA 600MILA PERSONE TRA CUI DOCENTI E PERSONALE ATA


Partiranno dal 1° dicembre le somministrazioni della terza dose di vaccino anti-Covid alla fascia di 40-60 anni. Ma devono essere passati 6 mesi dal completamento dall’ultima dose. Il ministro dell’Istruzione, Roberto Speranza, lo riferito alla Camera dei deputati sottolineando che non ci sarà alcuna corsia preferenziale per i docenti poiché si procederà con le somministrazioni su base anagrafica.

L’età media della classe docente è tra i 52 e i 53 anni, parliamo della maggior parte del personale scolastico che si avvia verso la terza dose. Considerando che il 22% degli insegnanti in Italia ha più di 60 anni, come rileva l’ultimo rapporto Inapp, e parliamo di circa 176mila persone che già dovrebbero essere sottoposte alla terza dose, adesso sarebbe arrivato il momento dell’altro 78%. Sarebbero, quindi, circa 600mila le persone in attesa della terza dose. Cifra da cui vanno tolte le decine di migliaia di insegnanti che non si sono ancora sottoposte neanche alla prima dose di vaccino, per ragioni di fragilità accertata o per mancanza di fiducia nella stessa vaccinazione anti covid.

di MARIA SQUILLARO



1 visualizzazione0 commenti