top of page

DAL PEI DIFFERENZIATO AL PEI SEMPLIFICATO: Il CSPI È FAVOREVOLE

Secondo il CSPI è necessario definire le conseguenze delle prove integrative


In data 20 marzo, nella seduta plenaria, il Consiglio superiore della Pubblica istruzione si è espresso favorevolmente sull’ art.7 dello schema di decreto interministeriale relativo alle disposizioni correttive al decreto interministeriale 29 dicembre 2020, prot.182, recante «Adozione del modello nazionale di piano educativo individualizzato e delle correlate linee guida, nonché modalità di assegnazione delle misure di sostegno agli alunni con disabilità, ai sensi dell’articolo 7, comma 2-ter del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 66».


Il CSPI condivide il passaggio dal PEI differenziato al PEI semplificato, in quanto tale richiesta da parte delle famiglie è stata causa di contrapposizione tra scuola e famiglia. Inoltre il CSPI ritiene che, in merito allo svolgimento delle prove integrative, le conseguenze di un parere favorevole non unanime del Consiglio di classe debbano essere definite in modo più chiaro.


Nel parere si evidenzia la necessità di chiarire “le condizioni indicate nei punti a) e b) in quanto il testo prevede che le prove integrative per il rientro in un percorso didattico personalizzato siano richieste nel caso di parere contrario del consiglio di classe, mentre è possibile il rientro senza prove integrative solo con decisione assunta all’unanimità (tutti favorevoli)”.


di ISABELLA CASTAGNA


1 visualizzazione0 commenti

Comments


bottom of page