DOCENTE NO VAX TORNA AD INSEGNARE A SCUOLA: “NON CAMBIO IDEA”

A SEGUITO DELLA GUARIGIONE DAL VIRUS RIPRENDE IL SUO LAVORO


Alba Silvani, docente nella scuola d'infanzia dell'Istituto comprensivo Fontamara di Pescina, in provincia de L'Aquila, era stata precedentemente sospesa per 4 mesi in quanto non voleva sottoporsi alla vaccinazione contro il Covid-19.

L'insegnante ha recentemente contratto il covid e, a seguito della guarigione, ha ottenuto la certificazione verde rientrando così a svolgere il suo lavoro da insegnante.

Ciò nonostante, la docente novax, non cambia le sue idee: in Italia giorno dopo giorno continuano ad aumentare i contagi e la pandemia nel corso dei due hanno ha provocato migliaia di morti ma questo a Silvani sembra non essere sufficiente, le sue idee non solo non sono cambiate ma si sono addirittura rafforzate.

La stessa reputa che la situazione epidemiologica sia stata mal gestita dalle autorità e sottolinea quanto le persone abbiano scelto di non vaccinarsi per “convinzione, per legittimi dubbi o per non sottostare a ricatti sono state criminalizzate e ritenute uniche responsabili della diffusione del virus".


"Il Consiglio d'Europa - ha continuato la maestra - in un rapporto approvato a fine gennaio, ha bocciato l'utilizzo delle certificazioni per punire i non vaccinati. Gli Stati vengono esortati a informare i cittadini che la vaccinazione non è obbligatoria e che nessuno deve farsi vaccinare se non lo vuole e a garantire che nessuno sarà discriminato se non è vaccinato. L'Ema ha infatti condizionato la propria autorizzazione all'obbligo per le case farmaceutiche di condurre ulteriori studi e al riguardo Pfizer dovrà consegnare i suoi entro dicembre 2023". Dalle parole della docente si evince quanto le sue idee non siano affatto cambiate e possiamo immaginare che continuerà a sostenere i suoi ideali ancora a lungo.



di VALENTINA ZIN


0 visualizzazioni0 commenti