DOCENTI E ATA NO VAX FUORI DALLA SCUOLA DAL 16 DICEMBRE

DA TALE DATA PARTONO LE CONVOCAZIONI PER I SUPPLENTI PER UN TOTALE DI CIRCA 80 MILA NUOVI POSTI


A partire dal 15 dicembre tutto il personale “no vax”, docenti e personale Ata, che ad oggi lavora nella scuola, dovrà lasciare il proprio posto di lavoro, poiché non essendo vaccinato non è in possesso del Green pass rafforzato, come richiedono le nuove disposizioni del Governo, e quindi non potrà più accedere al posto di lavoro. Almeno fino a quando non si metterà in regola facendo il vaccino.

Ad oggi il popolo degli irriducibili contrari alla somministrazione del vaccino è circa l’8%. Una cifra apparentemente esigua, ma che su un milione di addetti lascia spazio all’occupazione di 80 mila posti a disposizione dei precari della scuola iscritti alle graduatorie di terza fascia di istituto e alle GPS.

Le scuole, dal 16 dicembre 2021 dovranno convocare i nuovi supplenti ATA e docenti. Ai presidi, in base alle nuove disposizioni obbligatorie è assegnato il compito di vigilanza nel non consentire l’accesso agli istituti scolastici ai dipendenti no vax, ma soltanto a quelli in possesso del certificato verde rafforzato, che prevede o l’essere guariti dal covid o essere vaccinati.

Le convocazioni per il nuovo personale docente e Ata inizieranno nella stessa giornata del 16 dicembre.

di CLAUDIO CASTAGNA


0 visualizzazioni0 commenti