Docenti precari, Bianchi ottimista


Continua l’esame degli emendamenti al decreto sostegni bis che la commissione del bilancio della camera ha dichiarato. Infatti le forze politiche sembra che siano arrivati ad una conclusione ma dovranno decidere e confermare l'approvazione in commissione e il passaggio in aula in data 8 luglio. Abilitazione per i precari di seconda fascia Gps Per i docenti precari il punto fermo è la situazione che riguarda l’abilitazione in quanto la mancanza dei dei percorsi abilitanti influisce molto sulla stabilizzazione dei supplenti per cui è fondamentale per il percorso del docente prima di entrare in ruolo ma da fare presente che il governo nello scorso anno aveva proposto un concorso straordinario per l’abilitazione. Assunzione prima fascia Gps Non è da escludere la possibilità di eliminare la prova disciplinare per i docenti, proposta dalla Lega che permette ai docenti di entrare in ruolo definitivamente dopo il parere del comitato di valutazione e il via da parte del dirigente scolastico. Anche da parte delle forze politiche, il requisito è dei 36 mesi di servizio per le assunzioni di prima fascia Gps. Bianchi fiducioso Il ministro Bianchi è fiducioso sull’esito delle operazioni da parte dei parlamentari per quanto emerge sul tema del sostegno. Questo è quello che ha pronunciato nel suo intervento nel corso della tavola rotonda da parte della Flc CGIL “lavorando molto con le forze in Parlamento per giungere alla possibilità di una soluzione che permetta non solo 15mila assunzioni di insegnanti di sostegno, ma qualcosa in più. Ma bisogna che anche le nostre università mettano a disposizione più posti per la specializzazione nel sostegno, serve un’azione di sistema". Sappiamo bene che il M5S ha proposto una procedura straordinaria per l’assunzione dei docenti specializzati. Le immissioni in ruolo per il prossimo anno sembrano intorno alle 70 mila unità, compresi i vincitori del concorso straordinario in corso.

A cura di Claudio Castagna


0 visualizzazioni0 commenti