DOPO LA RICHIESTA DELL’UCRAINA, “STARLINK È ORA ATTIVO IN UCRAINA”

Dopo 10 ore dalla richiesta del Primo Ministro Ucraino, Elon Musk ha dato l’accesso a internet veloce per i suoi cittadini


Nelle prime ore del conflitto, l’Ucraina è stata vittima anche di un cyber attacco che ha ridotto il flusso della rete internet al di sotto del 50% sebbene gli analisti non escludono un blackout totale tattico.

L’accesso a internet è indispensabile in queste situazioni, le richieste di aiuto via web sono istantanee e Elon Musk non si tira indietro quando viene interpellato. Lo abbiamo visto poco più di un mese fa, quando l’Isola di Tonga, dopo essere stata colpita dall’onda anomala provocata dall’eruzione del vulcano Tonga-Hunga, era rimasta isolata da ogni servizio, compresa la rete internet. Musk si offrì di inviare i terminal di Starlink sull’Isola


La richiesta dell’Ucraina a Elon Musk

Il 26 febbraio, il Ministro Ucraino per la trasformazione digitale, Fedorov, fece richiesta a Elon Musk tramite Twitter;


“Mentre cerchi di colonizzare Marte – la Russia sta cercando di occupare l’Ucraina! Mentre i tuoi razzi volano verso lo spazio – quelli russi attaccano i civili ucraini! Ti chiediamo di inviarci delle stazioni Starlink".


La risposta di Elon Musk arriva subito con questo messaggio;


“I servizi di Starlink sono ora attivi in Ucraina”.


Solo qualche giorno fa la NASA criticava il progetto Starlink, a loro parere rischioso per la sterminata costellazione di satelliti di Elon Musk, in quanto potesse “diminuire la capacità di rilevare e potenzialmente evitare impatti potenzialmente catastrofici”.


di CARLO VARALLO

0 visualizzazioni0 commenti