ERRORE NEI LIBRI DI STORIA, LA MAPPA DELL’UCRAINA È SBAGLIATA

La denuncia arriva da una madre Ucraina che vive in Italia: la casa editrice si impegnerà a ristampare l’edizione


Purtroppo all’ordine del giorno c’è la guerra in Ucraina e il compito dei genitori e della scuola è quello di spiegare ai bimbi cos’è una guerra e perché questa Nazione ne è vittima.

Intanto a Milano, una madre ucraina, sposata con un italiano e residente da molti anni nel nostro Paese, si imbatte nella mappa sbagliata dell’Ucraina, raffigurata nei libri di testo utilizzati dalla scuola media che frequenta la figlia.


La donna spiega come “"L'autore di questo manuale di geografia (Alberto Fré. Namaskar, Europa volume 2, DeaScuola Garzanti Scuola) descrive i fatti recenti trascurando completamente l'obiettività" spiega inoltre che “nel manuale indicato da Tetyana Bezruchenko Ceppici c'è una carta geografica non accurata, Quando abbiamo ricevuto i libri di testo, ho scoperto con mia figlia questa piantina e ho letto che la Regione russa include gli stati baltici, Estonia, Lituania, Lettonia, la Bielorussia, l'Ucraina e la Moldova, come se fossimo ancora al 1989, e che la popolazione della Repubblica federale russa è di 146 milioni e 544 mila abitanti, e include la Repubblica di Crimea e di Sebastopoli".


La stessa ha poi commentato, “Mi sembra di venire defraudata di una parte di me, come quando arrivata in Italia ho scoperto che molte delle verità che ci venivano conculcate non erano altro che propaganda, pura propaganda in nome dell'ideologia".


La risposta

La casa editrice non si è fatta attendere dichiarando che provvederà ad effettuare una ristampa corretta del libro.


Intanto anche la docente della scuola della figlia della donna ucraina in questione ha assicurato che durante la lezione correggerà gli errori pubblicati nel libro.


di CARLO VARALLO

0 visualizzazioni0 commenti