top of page

ESAME DI MATURITÀ 2022-2023: PROVE SCRITTE A CARATTERE NAZIONALE

Firmata l’ordinanza che definisce le modalità di svolgimento degli esami di stato


Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha posto la firma sull’ordinanza che definisce le modalità di svolgimento degli esami di maturità 2023 del secondo ciclo d’istruzione. La prima sessione dell’esame avrà inizio giorno 21 giugno 2023 alle ore 8.30, con la prima prova scritta. Nei giorni a venire, seguiranno la seconda prova scritta e il colloquio orale.


PROVE SCRITTE NAZIONALI


Per la prima volta dopo la pandemia, tutte le prove scritte (prima, seconda e terza solo per alcuni indirizzi, tra cui Esabac, Esabac Techno, licei internazionali) saranno a carattere nazionale, a eccezione degli istituti Professionali di nuovo ordinamento.



SECONDA PROVA SCRITTA PER ISTITUTI PROFESSIONALI DI NUOVO ORDINAMENTO


Tra le novità va annoverata l’introduzione della seconda prova scritta per gli Istituti Professionali di nuovo ordinamento (come da Decreto Legislativo 61/2017). Si tratterà di un’unica prova integrata che non verterà su discipline scolastiche ma sulle attività svolte durante il percorso di studi. Nel dettaglio, le commissioni declineranno le indicazioni ministeriali sulla base del percorso formativo effettivamente svolto e dei programmi degli istituti, in un’ottica di personalizzazione, partendo da una cornice nazionale generale di riferimento e dalla tipologia di prova individuata e trasmessa dal Ministero alle scuole, tramite plico telematico, il martedì precedente il giorno di svolgimento della prova.


OM 45_2023
.pdf
Scarica PDF • 477KB


di CLAUDIO CASTAGNA

1 visualizzazione0 commenti

Bình luận


bottom of page