ESAMI DI MATURITÀ 2022, COLLOQUIO ORALE: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

Come si svolgerà, durata e punteggio


Si sono concluse le prove scritte degli esami di maturità 20202. Ora è tempo dei colloqui, dove gli studenti saranno chiamati davanti ad una commissione d’esame a preparare una relazione che attesterà quanto è stato appreso durante il percorso scolastico.


Come sarà l’orale?

L’ordinanza ministeriale prevede che il colloquio si aprirà con l’analisi di un documento scelto dalla commissione (una foto, un testo, un documento ecc.).

Il candidato dovrà inoltre dimostrare di aver acquisito competenze relative all'insegnamento di Educazione civica.

Lo studente dovrà inoltre presentare ed esporre le esperienze fatte durante lo svolgimento dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (PCTO).

Alla prova orale sarà presente la commissione d’esame, composta da 6 commissari interni ed un Presidente esterno.

Nonostante i docenti presenti siano 6, i professori possono decidere di interrogare il candidato su tutte le materie che insegnano o di cui hanno titolo (ovviamente se presenti nel percorso di studio), ad esempio: un docente di storia potrebbe interrogare anche in filosofia (sempre se filosofia sia prevista nell’indirizzo di studi).


Durata

La prova orale, che inizierà con l’ analisi di un materiale scelto dalla Commissione e durante la quale il candidato dovrà dimostrare di aver acquisito le competenze nella materia di educazione civica, dovrà esporre le attività svolte durante il PCTO e rispondere a domande libere da parte della Commissione sul programma scolastico, avrà una durata compresa tra i 50 e i 60 minuti. La durata è suscettibile di variazioni, perché se il candidato dovesse mostrare di avere una buona preparazione, la Commissione potrebbe anticipare il termine del colloquio, oppure potrebbe decidere di dilungarsi oltre il tempo stabilito, per comprendere meglio la preparazione del candidato.


Punteggio

Come ben sappiamo, la prova orale verrà valutata con un massimo di 25 punti, prendendo come guida la tabella di valutazione preparata dal Ministero dell’Istruzione.



Quindi, facendo un riepilogo, i punteggi massimi delle prove scritte e della prova orale degli esami di maturità sono i seguenti:

  • massimo 50 punti di credito;

  • 15 punti per la prima prova scritta;

  • 10 punti per la seconda prova scritta;

  • massimo di 25 punti per la prova orale.