ESAMI DI STATO 2022, TUTTI I PARTICOLARI SULLA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE


Con la nota 28118 del 12 novembre 2021 il Ministero dell’Istruzione porta a conoscenza le modalità di presentazione delle domande di partecipazione agli esami di Stato per l’anno scolastico 2021/22.


Candidati interni e studenti dell’ultima classe:

le domande devono essere presentate dal 16 novembre 2021 al 6 dicembre 2021. L’ammissione all’esame di Stato è disposta, in sede di scrutinio finale, dal consiglio di classe, presieduto dal dirigente scolastico o dal suo delegato.


Studenti della penultima classe per abbreviazione per merito:

la presentazione delle domande deve avvenire dal 7 dicembre 2021 al 31 gennaio 2022. In particolare, sono ammessi, a domanda, direttamente all’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo, gli studenti che hanno riportato, nello scrutinio finale della penultima classe, non meno di otto decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline valutate con l’attribuzione di un unico voto secondo l’ordinamento vigente e non meno di otto decimi nel comportamento, che hanno seguito un regolare corso di studi di istruzione secondaria di secondo grado e che hanno riportato una votazione non inferiore a sette decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline, e non inferiore a otto decimi nel comportamento negli scrutini finali dei due anni antecedenti il penultimo. E senza essere incorsi in non ammissioni alla classe successiva nei due anni predetti. Le votazioni non si riferiscono all’insegnamento della religione cattolica e alle attività alternative.


Candidati esterni:

le domande devono essere presentate dal 16 novembre 2021 al 6 dicembre 2021. In particolare, sono ammessi a sostenere l’esame di Stato in qualità di candidati esterni coloro che:

a) compiano il diciannovesimo anno di età entro l’anno solare in cui si svolge l’esame e dimostrino di aver adempiuto all’obbligo di istruzione;

b) siano in possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado da un numero di anni almeno pari a quello della durata del corso prescelto, indipendentemente dall’età;

c) siano in possesso di titolo conseguito al termine di un corso di studio di istruzione secondaria di secondo grado di durata almeno quadriennale del previgente ordinamento o siano in possesso del diploma professionale di tecnico;

d) abbiano cessato la frequenza dell’ultimo anno di corso prima del 15 marzo 2022.

Per gli esterni, la procedura è informatizzata e si accede tramite utenza SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)/CIE (Carta di identità elettronica)/eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature). Nel caso in cui il candidato sia minorenne, l’accesso alla procedura è effettuato dal genitore o da chi esercita la responsabilità genitoriale.

di CARLO VARALLO