top of page

ESAMI DI STATO 2023: QUALI LE MODALITÀ PER GLI ALUNNI CON DSA?

La commissione d’esame tiene in considerazione le specifiche situazioni soggettive certificate e le modalità didattiche individuate nei percorsi didattici e personalizzati.


In vista dell’ esame di stato, con L’ O.M. 45 DEL 9 MARZO 2023 si attribuisce alle singole commissioni l’ individuazione delle modalità di svolgimento e della conduzione delle prove d’ esame di stato per gli alunni con DSA.


Gli studenti con DSA (Disturbi Specifici d’Apprendimento), certificati ai sensi della legge 170/2010, sono ammessi a sostenere gli esami di stato con delibera del consiglio di classe sulla base del PDP (Piano Didattico Personalizzato).


La commissione d’esame tiene in considerazione le specifiche situazioni soggettive certificate e di conseguenza le modalità didattiche e le forme di valutazione individuate nei percorsi didattici individualizzati e personalizzati.

Per i candidati con DSA, la commissione autorizza l’utilizzo degli strumenti compensativi previsti dal PDP e già sperimentati per le verifiche in corso d’anno come: tempi più lunghi rispetto a quelli ordinari, utilizzo di dispositivi per l’ascolto, individuazione di un componente della commissione per leggere i testi delle prove scritte e utilizzo della sintesi vocale e trascrizione del testo su supporto informatico.

Va sottolineato che l’utilizzo di tali strumenti non deve però pregiudicare la validità delle prove scritte.

Per i candidati che hanno seguito un percorso didattico ordinario e che sono dispensati dalle prove scritte di lingua straniera, la commissione, nel caso in cui la lingua straniera sia oggetto di seconda prova scritta, sostituisce tale prova con una prova orale.


In casi di particolari gravità del disturbo di apprendimento, il candidato, che durante il percorso degli studi è stato esonerato dall’insegnamento delle lingue straniere seguendo un percorso didattico differenziato, sosterrà delle prove differenziate.

Per gli alunni con DSA, la commissione, sulla base della documentazione fornita dal consiglio di classe, stabilisce le modalità e i contenuti della prova orale, che si svolgerà in un giorno compatibile con la pubblicazione del punteggio delle prove scritte e delle prove orali sostitutive delle prove scritte.


Gli studenti con DSA che sostengono con esito positivo l’esame di stato conseguono il diploma conclusivo nel quale non vengono specificati l’impiego degli strumenti compensativi e la dispensa dalla prova scritta di lingua straniera.


di ISABELLA CASTAGNA


2 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page