FAMIGLIA RIFIUTA LE TRASFUSIONI DI SANGUE DA SOGGETTI VACCINATI

TRIBUNALE DEI MINORI DI BOLOGNA DISPONE LA SOSPENSIONE DELLA POTESTÀ GENITORIALE


A Bologna una famiglia ha rifiutato le trasfusioni di sangue da soggetti vaccinati contro il covid-19 per il figlio che dovrà sottoporsi ad un intervento molto delicato al cuore.

Proprio per questo motivo, il tribunale dei minori di Bologna ha disposto provvisoriamente la sospensione della potestà genitoriale.


I genitori in un primo momento avevano autorizzato la trasfusione di sangue esclusivamente da persone che non si fossero sottoposte alla vaccinazione anti-Covid, ma l’ospedale di Sant'Orsola aveva rigettato l’istanza.

A seguito del rigetto da parte della struttura ospedaliera, i genitori hanno deciso di rivolgersi ad un avvocato.

In data 2 febbraio la procura dei minori aveva presentato il ricorso ma il giudice tutelare di Modena controbatte affermando che le trasfusione di sangue fornite dall’ospedale, indipendentemente dalla loro provenienza, sono da ritenersi sicure.


Nelle ultime ore è avanzata la notizia della nomina di tutore del bambino da parte del servizio sociale competente per territorio.


di VALENTINA ZIN


0 visualizzazioni0 commenti