FLASH MOB DI DOCENTI NO VAX DAVANTI AL LICEO MACHIAVELLI-CAPPONI DI FIRENZE

“NON CEDIAMO A QUESTO VILE RICATTO”


Flash mob di docenti no vax davanti al liceo Machiavelli-Capponi di Firenze che si sono presentati davanti all’istituto con il volto coperto da maschere raffiguranti cani e con la scritta “Noi aspettiamo fuori…”, “Ricordate: noi restiamo fuori come cani, ma siete voi quelli al guinzaglio”. È quanto affermano gli irriducibili docenti contrari a sottoporsi all’obbligo della vaccinazione. “Non è certo stata una scelta facile - dichiara un docente del Machiavelli -. Ognuno di noi ha calcolato le proprie forze economiche e psicologiche. Personalmente non ho paura del Covid: ritengo che tutto sia stato sopravvalutato. Ero anche per vaccinarmi. Poi per problemi familiari ho rimandato ma più la campagna vaccinale è diventata ossessiva e più io mi sono insospettito”.

Per questo professore, così come i suoi colleghi no vax opporsi al vaccino è diventata “una questione di principio”. “Non cediamo di fronte a questo vile ricatto. Questo è bullismo di Stato”, si inalbera il prof. Che, pur non più giovanissimo, si dice pronto a “cambiar vita”.

“Non avete voluto porvi domande, confrontarvi? - incalza - Avete preferito chinare il capo di fronte a chi, ogni giorno, accorcia sempre di più la catena a cui siete legati - si legge nel comunicato -Noi, quando saremo stati cacciati, non saremo più lì a difendervi, a mettervi in guardia. Adesso vi rispondiamo solo con abbai, guaiti, ululati. E anche ringhiando, magari, e noterete che le nostre maschere sono sì di cani, ma possono assomigliare anche a quelle di lupi o di volpi”.


di MARIA SQUILLARO

0 visualizzazioni0 commenti