PERSONALE ATA, DIVENTA DEFINITIVA L’ATTRIBUZIONE DI 6 PUNTI PER IL SERVIZIO MILITARE O CIVILE


Il giudice del Lavoro del Tribunale di Siena, con una sentenza, passata in giudicato divenuta, quindi, inappellabile, ha stabilito che il servizio militare obbligatorio vale 6 punti nelle graduatorie ATA.

Il verdetto arriva a seguito del ricorso promosso dall’Associazione MSA comparto scuola, e patrocinato dallo studio legale Zinzi e Bongarzone, lo scorso giugno. Per il Tribunale del Lavoro di Siena il servizio militare obbligatorio, nonché quello civile ha una validità di 6 punti nelle graduatorie ATA.

Il Giudice aveva stabilito che il servizio militare obbligatorio è da valutarsi nelle graduatorie e per questo aveva condannato l’Amministrazione al pagamento delle spese processuali.

Per la sentenza non è stata fatta alcuna opposizione di conseguenza, così come ha reso noto nei giorni scorsi la Corte d’Appello di Firenze è, ormai, passata in giudicato. Il ricorrente, quindi potrà avere assegnati i 6 punti.

“In ragione di questa ulteriore vittoria, riteniamo doveroso proseguire per vie giudiziarie e rinnoviamo l’invito a tutti coloro che hanno svolto il servizio militare di aderire al ricorso al fine di vedersi riconosciuti 6 punti in graduatoria” dichiara il responsabile del dell’Associazione MSA comparto scuola Luciano Scandura,

MSA ricorda che il ricorso “Riconoscimento servizio di leva militare obbligatorio non in costanza di nomina” viene attivato gratuitamente per tutti coloro che ne hanno diritto.

Per qualsiasi dubbio o richiesta di chiarimento è possibile inviare un messaggio Whatsapp al numero 392-6225285.



di MARIA SQUILLARO

13 visualizzazioni0 commenti