Il ministro Bianchi dice no all’obbligo vaccinale, si alla campagna per l’immunizzazione

Luglio e agosto saranno i mesi interessati alla vaccinazione per insegnanti e alunni per un ritorno sicuro a scuola il prossimo settembre e come dice Il Corriere della Sera in un articolo: “in presenza senza se e senza ma”. Il governo è deciso sulla vaccinazione mentre il ministro Bianchi ci dice che non deve essere un obbligo e vaccinati o meno si dovrà fare il ritorno in aula in totale presenza. E’ importante il vaccino in quanto può per risolvere i molteplici problemi per la scuola come gestire gli spazi, trasporti e degli organici. Ciò dipenderà molto dalla rilevanza della variante Delta e dal numero dei contagi si passerà alla Dad, sarà inevitabile da applicare il piano B nelle zone rosse o arancioni. Nel mentre si attendono 70 milioni di euro destinati alle nuove aule e 400 milioni per l’organico Covid.


A cura di Claudio Castagna

0 visualizzazioni0 commenti