Inizio scuola e criticità sui mezzi di trasporto


Argomento che preoccupa i genitori, presidi delle scuole e docenti è la situazione trasporti che ad oggi non si hanno conferme. Per i prossimi giorni è previsto un nuovo incontro per decidere come procedere, in quanto l’incontro tenutosi nella giornata di ieri, non è stato chiaro. Intanto i rappresentanti dei lavori da una richiesta ben precisa hanno ottenuto un incontro con il ministero dell’Interno sulla sicurezza del personale dei trasporti e discutere su quanto potrebbe accadere e aggiornare i servizi per la mobilità locale e orari di inizio e fine delle attività lavorative e scolastiche. Giovannini, in merito alle linee guida, prevede un coefficiente di riempimento dei mezzi pubblici per il trasporto locale ed extraurbano non superiore all’80% ma solo nelle Regioni e Province autonome classificate come zona bianca o gialla. Per le scuola non resta che organizzarsi autonomamente con ingressi scaglionati fra le 8 e le 10. Inoltre, nei giorni precedenti, il ministro Giovannini aveva previsto la possibilità di servizio dello scuolabus anche per gli studenti della scuola superiore. Altra novità è che il commissario Figliuolo, ha previsto la fornitura di mascherine Ffp2 per tutti gli studenti che dovranno utilizzare sui mezzi pubblici per recarsi a scuola.


0 visualizzazioni0 commenti