Insegnate di Religione, partecipa durante gli scrutini?


La domanda è: l’insegnante di religione, partecipa durante gli scrutini? Al via gli scrutini nelle scuole. L’idr partecipa allo scrutinio? E’ stato affermato che l’insegnante della materia di religione deve presiedere durante gli scrutini per le valutazioni finali degli studenti in quanto parte integrante del collegio docenti. L’idr partecipa anche alla valutazione relativa all’ammissione all’esame di Stato e all’esito finale? Partecipa e anche se non si tratta di materia d’esame, il voto nella materia viene applicato agli atti riguardanti gli alunni che hanno scelto di studiare la religione cattolica, voto espresso dal punto 2.7 del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1985, n. 751 codice modificato con DPR 23 giugno 1990, n. 202. Che tipo di valutazione è prevista per l’ammissione all’esame conclusivo del primo ciclo? Ottenuto l’intero percorso per ogni studente, il voto viene giudicato dall’intero consiglio di classe in decimi. Come può l’idr, la cui valutazione è espressa con un giudizio e non in decimi, partecipare alla deliberazione in merito all’attribuzione del voto di ammissione all’esame di Stato? Il voto di ammissione dello studente, è una valutazione complessiva e non si tratta di una media matematica: questo è quanto ha chiarito il Ministero dell’Istruzione.


A cura di Claudio Castagna


0 visualizzazioni0 commenti