Ipotetica giornata a scuola


Lunedì 13 settembre in molte regioni sul territorio nazionale italiano avranno inizio le lezioni didattiche e gli studenti torneranno ad occupare i banchi, ma come si svolgeranno le giornate? Innanzitutto non si potrà accedere a scuola se uno studente presenta una temperatura pari o superiore ai 37,5° e la misurazione della temperatura corporea dovrà essere verificata a casa in modo individuale. Per quanto riguarda gli ingressi, il personale scolastico e ATA dovrà essere in possesso della certificazione verde, green pass, altrimenti non sarà permesso accedere e prendere servizio; tale misura non sarà necessaria per gli studenti. Per gli ingressi, dipenderà dalle singole scuole, l’orario potrà variare tra le 7:50 e le 8:30 e dovranno indossare tutti la mascherina protettiva. Per quanto riguarda l’uso della mascherina, al momento tutti dovranno indossarla a scuola. Non vale la FFP2, ma quella chirurgica che si può togliere in mensa o in palestra e si dovrà tenere al banco, nei corridoi, all’ingresso e all’uscita. In classe si dovrà cercare di mantenere il distanziamento interpersonale in modo da evitare la diffusione del virus. In palestra, l’ora di ginnastica si svolgerà senza mascherina, ma sono da evitare gli sport di squadra. Nella mensa, si dovranno osservare i turni che aiuteranno a tenere sotto controllo il distanziamento tra i bambini e le uscite dall’istituto scolastico dovranno avvenire a scaglioni. Per quanto riguarda la quarantena della classe, in caso di studente o docente positivo, chi è vaccinato può tornare dopo 7 giorni, gli altri dopo 10.



0 visualizzazioni0 commenti