L’ AULA DI MUSICA NELLE SCUOLE RAPPRESENTA UN PATRIMONIO


Le aule della scuola rappresentano un patrimonio comune, per cui è doveroso rispettare le attrezzature presenti all’ interno, in modo da garantirne l’ efficienza. Pertanto atti di vandalismo sono perseguibili nelle forme previste.



L’aula di musica può essere utilizzata da tutti gli alunni e docenti. L’ alunno o docente che vuole utilizzare l’ aula deve chiedere le chiavi ai collaboratori scolastici e restituirle una volta finita l’ attività.


L’ aula deve essere dotata delle attrezzature e degli arredi idonei allo svolgimento delle attività musicali. Dall’ aula di musica solitamente non si può spostare alcuna attrezzatura, in caso di necessità è indispensabile che vi sia un’autorizzazione da parte dei responsabili.

In caso di danneggiamento sarà individuata la persona responsabile del materiale, se il materiale dovesse essere utilizzato all’ esterno va riposto con cura e con una certa tempestività. La sistemazione del materiale nell’ aula non deve ostacolare l’ uscita in caso di emergenza.



Durante la permanenza nell’ aula il fruitore è ritenuto pienamente responsabile di tutto ciò che avviene nell’ aula stessa. Se si dovessero verificare guasti di apparecchiature , il fruitore deve segnalarlo al centralino. In caso di guasti tecnici, il fruitore dovrà dare comunicazione al responsabile che fornirà un verbale dove viene specificata l’ entità del danno, il verbale sarà firmato dal fruitore e dal responsabile. La copia del verbale sarà fornita al DSGA che dovrà registrarlo agli atti, per la sostituzione o riparazione.


L’Italia ha raggiunto i 51 obiettivi previsti entro l’anno dal PNRR: annuncio fatto dal Presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso della Cabina di regia.


di ISABELLA CASTAGNA



0 visualizzazioni0 commenti