top of page

NUOVO MODELLO PEI: ECCO COME COMPILARLO IN MODO CORRETTO

Tra i tanti dubbi dei docenti per il nuovo anno scolastico la compilazione del PEI


Sono tanti i dubbi dei docenti per il nuovo anno scolastico. Tra questi la compilazione del PEI, il Piano Educativo Individualizzato, il documento con il quale si programma il piano educativo di un alunno con disabilità.


Con la Sentenza n°3196/22 del Consiglio di Stato viene ripristinata l’ efficacia del Decreto Interministeriale n° 182 del 29 dicembre 2020 con le Linee guida e i nuovi modelli PEI.


È importante dunque conoscere il PEI e i suoi fondamenti in prospettiva di un clima di compartecipazione e corresponsabilità educativa, principi che caratterizzano il GLO, il Gruppo di Lavoro Operativo, le cui caratteristiche sono definite dal D.lgs 66/2017. Il Gruppo di Lavoro Operativo per l’ Inclusione è composto da tutto il team o consiglio di classe, è presieduto dal Dirigente Scolastico e garantisce il processo di Inclusione degli alunni con disabilità e non.


Un PEI inclusivo è un vero e proprio percorso di cambiamento partendo da buone osservazioni dell’ alunno, coinvolgendo tutto il contesto scolastico e il territorio con i luoghi che possono offrire una buona socialità tra alunni con disabilità. Un buon PEI è il risultato di diversi punti di vista: personale sanitario con tutte le figure specialistiche interne ed esterne alla scuola; docenti con le loro Osservazioni iniziali dell’alunno in ordine alle quattro Dimensioni; genitori ai quali si chiede un importante contributo nella realizzazione del Quadro informativo sull’alunno e l’ ente locale, ove fosse necessario, mediante raccordo con il Progetto Individuale; tutte figure deputate all’elaborazione e all’approvazione del PEI a maggioranza.



di ISABELLA CASTAGNA

1 visualizzazione0 commenti

Kommentarer


bottom of page