top of page

PER NON DIMENTICARE LA SHOAH: “LA RETE ITALIANA DELLA MEMORIA”


La conoscenza della storia della Shoah, a sostegno della riflessione dei nostri giovani, è obiettivo dell’iniziativa la “Rete italiana della Memoria”. Si tratta di una Rete fra Musei e Memoriali della Shoah, fra “luoghi” che da Trieste a Milano, da Ferrara a Carpi, da Roma a Tarsia impongono di riflettere sul valore irrinunciabile del rispetto dei diritti umani, contro ogni forma di intolleranza e violenza.


Il Civico Museo della Risiera di San Sabba - Monumento Nazionale nel Comune di Trieste, la Fondazione Memoriale della Shoah di Milano ONLUS, la Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah – MEIS, la Fondazione per il recupero e la valorizzazione della memoria storica del Campo di Fossoli, la Fondazione Museo della Shoah e Museo Internazionale della Memoria Ferramonti di Tarsia, in collaborazione con il Ministero dell’istruzione e del merito, promuovono l’apertura dei luoghi italiani della memoria ad alunni ed insegnanti delle scuole del primo e del secondo ciclo di istruzione che, con il sostegno di Trenitalia - Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, potranno essere raggiunti in treno a costi agevolati.


L’iniziativa ha particolare valore educativo affinché gli studenti, attraverso la conoscenza di questi luoghi, possano promuovere sempre più il valore fondante della dignità umana.


Nelle schede tecniche di Trenitalia, le modalità di adesione e condizioni per fruire, fino al 31 dicembre 2023, delle agevolazioni sul prezzo del biglietto ferroviario.


Una rete di Musei e Memoriali per testimoniare la Shoah in Italia

Far conoscere la storia della Shoah è una delle principali sfide per le società del XXI secolo. Passa il tempo ed i luoghi della Memoria diventano gli strumenti fondamentali per trasmettere alle nuove generazioni ciò che è stato. Questi spazi incoraggiano a riflettere sulle responsabilità politiche degli Stati e dei singoli a proposito delle complicità che ieri come oggi possono attuarsi nell’esclusione, nella discriminazione e nell’odio.


Scoprire cosa è stata la Shoah in Italia

La Shoah è una pagina buia della storia. Una storia che ci riguarda e che è molto più vicina a noi di quanto si creda. A testimoniarlo sono i luoghi della memoria presenti in Italia da Nord a Sud: gli ex binari da cui partirono gli ebrei diretti ai campi di sterminio, ex penitenziari e i campi di internamento ora diventati musei, memoriali, spazi polivalenti destinati alla didattica e alla formazione. Per questo si è costituita una rete di istituzioni composta da:

  • Civico Museo della Risiera di San Sabba-Monumento Nazionale

  • Memoriale della Shoah di Milano

  • Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah – MEIS;

  • Fondazione Fossoli

  • Fondazione Museo della Shoah di Roma

  • Museo Internazionale della Memoria Ferramonti di Tarsia


Gli obiettivi della rete dei musei e i memoriali italiani

La rete ha per scopo la creazione di un percorso attraverso i luoghi della memoria italiani rivolto alle scuole. L’obiettivo è quello di preservare il ricordo, prevenire i crimini contro l’umanità, approfondire i temi legati ai diritti umani e riflettere sui rischi di intolleranza, razzismo e antisemitismo ancora presenti. Le scuole che vogliono programmare un viaggio della memoria in Italia possono contattare i singoli luoghi per concordare progetti e accoglienza.


m_pi.AOODPIT.REGISTRO UFFICIALE(U).0000170.23-01-2023
.pdf
Scarica PDF • 270KB

BROCHURE_La rete italiana della Memoria
.pdf
Scarica PDF • 299KB

allegato C
.pdf
Scarica PDF • 146KB

allegato B
.pdf
Scarica PDF • 124KB

allegato A
.pdf
Scarica PDF • 111KB

di VALENTINA ZIN

1 visualizzazione0 commenti

Comments


bottom of page