top of page

SCUOLA. VENERDÌ 18 NOVEMBRE STUDENTI IN PIAZZA PER IL “NO MELONI DAY”


Venerdì 18 novembre moltissime piazze italiano saranno invase da striscioni con lo slogan “Ora decidiamo noi”, per mano di tutti gli studenti che manifestano in favore di una scuola più giusta Oltre


"Milano, Roma, Napoli, Torino, Genova, Firenze, Bologna e così via da nord a sud per il 'No Meloni Day' anche se noi non scendiamo in piazza esclusivamente contro il governo Meloni, ma come gli anni passati manifestiamo contro le riforme della scuola pubblica che vanno verso la privatizzazione e l'industrializzazione della scuola stessa", dichiara all'Adnkronos Alice Beccari, responsabile comunicazione dell'Unione degli Studenti.

Le richieste di Unione Degli Studenti

Dopo mesi di #mobilitazioni studentesche, non accettiamo più che le nostre #richieste vengano ignorate: vogliamo riprenderci gli spazi fisici, di confronto e decisionali che ci spettano, per decidere noi sulle nostre scuole e sul nostro #futuro, che ogni giorno di più ci viene negato.

Rivendichiamo con forza:

  • Una LEGGE NAZIONALE sul DIRITTO ALLO STUDIO per un'istruzione e #trasporti gratuiti e accessibili per

tutti;

  • L' ABOLIZIONE DEI #PCTO e delle forme di Alternanza Scuola - Lavoro in favore dell'#istruzione integrata, fuori dai percorsi di produzione e in maniera sicura e formativa: non possiamo più accettare che altr3 student3 muoionao sul posto di #lavoro;

  • MAGGIORE #RAPPRESENTANZA E PARTECIPAZIONE dell3 student3 nei nostri istituti: vogliamo l'aumento del numero degli studenti in consiglio di istituto e aule autogestite in tutte le scuole.

  • INVESTIMENTI SULL'#EDILIZIA, SPORTELLI PSICOLOGICI e CARRIERE ALIAS per rendere le scuole degli spazi sicuri sia da un punto di vista fisico, sia psicologico;

  • Un nuovo STATUTO DEI DIRITTI degli studenti, che garantisca il diritto allo #sciopero e vieti ogni sanzione per 13 student3 che occupano le scuole o protestano per un'istruzione migliore

Dalle assemblee nelle scuole e nelle città, dagli Stati Generali della scuola abbiamo costruito una proposta di rivoluzione dell'intero sistema scolastico dal basso e il 18 novembre, assieme a tutte le organizzazioni sociali di questo paese saremo nelle piazze di tutta Italia per gridare che abbiamo diritto a delle scuole migliori e ad un futuro dignitoso.


di VALENTINA ZIN

2 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page