top of page

SICILIA:IL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA È MOLTO DIFFUSO

È quanto è emerso dall’ inchiesta della Commissione Antimafia


Dall’ inchiesta della Commissione Antimafia è emerso che nella Regione Sicilia il fenomeno della criminalità e quello della dispersione scolastica sono ancora molto diffusi.


In merito, il presidente della Commissione Antimafia, Claudio Fava, spiega che il fenomeno della dispersione scolastica è ancora molto forte, perché nelle istituzioni scolastiche sussiste ancora la mancanza di risorse . Infatti, in alcuni quartieri, nelle scuole, pesano delle responsabilità che andrebbero suddivise in altre istituzioni, che purtroppo sono totalmente assenti.


La componente dell’ Antimafia, Roberta Schillaci, aggiunge che mancano dei luoghi di aggregazione, gli impianti sportivi sono inesistenti o versano in uno stato di degrado, le palestre sono inagibili. Non vi sono neanche laboratori teatrali che potrebbero togliere i ragazzi dalla strada, evitando che intraprendano la strada della criminalità. Anche se vi sono tante associazioni del terzo settore, che si sono sostituite alle istituzioni, tra esse manca un coordinamento. E anche se a breve arriveranno fondi del Pnrr e saranno proposti tanti progetti, la situazione potrebbe non migliorare perché i ragazzi non vengono seguiti. Spesso il tram, che doveva mettere in collegamento la periferia con il centro, è stato usato invece come luogo di spaccio, proprio perché non ci sono controlli, inoltre,non c’è dialogo tra gli assessorati alla sanità e quelli all’istruzione.



Affinché i giovani possano essere risollevati da questa situazione di degrado nella quale versano, sarebbe necessario che l’ agenzia formativa della scuola venisse affiancata in maniera concreta da altre agenzie formative, lavorando in piena sinergia per il futuro delle giovani generazioni.


di ISABELLA CASTAGNA


1 visualizzazione0 commenti

Commentaires


bottom of page