top of page

UN RITORNO A SCUOLA PIÙ SICURO. OMICRON 5 CONTINUA AD ESPANDERSI


Si sono da poco concluse le attività didattiche. Per gli studenti dell'ultimo anno delle scuole superiori sono ancora in corso le convocazioni dei colloqui orali degli esami di maturità.


All’inizio del nuovo anno scolastico 2022-23 mancano più o meno due mesi e mezzo e si sta già pensando ad un rientro a scuola in assoluta sicurezza con le dovute precauzioni perché, stando ai dati giornalieri riportati dal Ministero, la situazione non sembra essere ottimale.


Il direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, Giuseppe Remuzzi, durante il corso di un intervista a Avvenire, avrebbe dichiarato che: “Le sottovarianti BA.4 e BA.5 di Omicron sono responsabili in questo momento (sono gli ultimi dati dell’Iss) rispettivamente del 40% e del 20% delle infezioni nel nostro Paese. BA.5, in particolare, è il virus più contagioso che abbiamo mai visto al mondo, capace persino di evadere sia l’immunità naturale che quella fornita dai vaccini”.


A seguire, avrebbe affermato anche che nei prossimi mesi, ovvero tra settembre e ottobre 2022, dovrebbero arrivare nuovi vaccini: “Pfizer, Moderna e Novovax sono già al lavoro anche su Omicron 4 e 5. In ogni caso, se anche fosse disponibile un nuovo vaccino sicuro (come stanno dimostrando le sperimentazioni) disegnato sulla variante di Wuhan e su Omicron 1, quest’ ultimo ci offrirebbe un’efficacia del 30% in più rispetto a quelli attuali, già fondamentali come si diceva nel prevenire le forme gravi di malattia e la morte”.


Per quanto riguarda, invece la scuola, Remussi, avrebbe dichiarato che: ”bisogna prepararsi, e in fretta. I dati ci dicono che la ventilazione è fondamentale e ormai esistono decine di device in grado di bloccare la diffusione del virus per aerosol, si tratta di scegliere quello che costa meno. E poi serve vaccinare i bambini, lo dico con chiarezza”.


di CLAUDIO CASTAGNA

2 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page