top of page

ASSUNZIONE DI 70000 DOCENTI ENTRO IL MESE DI DICEMBRE 2024

Necessario apportare modifiche relative al reclutamento del personale docente


Al fine di concretizzare l’ assunzione di 70.000 docenti entro il mese di dicembre 2024 è necessario apportare modifiche relative alle disposizioni per il reclutamento del personale docente e per le acceleratorie dei concorsi.


Per accelerare le procedure concorsuali il legislatore ha previsto una prova scritta per tutte le classi di concorso con quesiti a risposta chiusa su contenuto pedagogico, psico pedagogico e didattico – metodologico. Nella prova orale il candidato deve dimostrare di possedere competenze disciplinari anche attraverso un test specifico.


Entro il 2023 dovrebbero essere emanate delle procedure concorsuali su base regionale, a cui potranno partecipare :


gli ITP (Insegnanti Tecnico Pratici) in possesso del solo diploma;

• i docenti in possesso del titolo di studio concernente la classe di concorso e i 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre del 2022;

• i docenti in possesso del titolo di studio concernente la classe di concorso e almeno 30 CFU/CFA del percorso universitario e accademico di formazione iniziale;

• i docenti con tre anni di servizio nella scuola statale, svolti negli ultimi cinque anni di cui almeno uno nella classe di concorso per la quale chiedono di partecipare.


Per i posti di sostegno possono partecipare:


• i docenti in possesso del titolo di specializzazione;

• i docenti che hanno conseguito il titolo di specializzazione sul sostegno all’estero purché sia stato riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;

con riserva, i docenti in possesso del titolo di specializzazione conseguito all’estero in attesa di riconoscimento ai sensi della normativa vigente, purché abbiano presentato la domanda di riconoscimento entro la data ultima di presentazione della domanda di partecipazione al concorso.


Le prove previste per le procedure concorsuali fino al 31 dicembre 2024 sono:

• una prova scritta, mediante l’ausilio di mezzi informatizzati, con più quesiti a risposta multipla volta all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato in ambito pedagogico, psico pedagogico e didattico – metodologico, e sull’informatica e sulla lingua inglese; • una prova orale volta ad accertare, le conoscenze e le competenze del candidato sulla disciplina della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, le competenze didattiche e l’abilità nell’insegnamento anche attraverso un test specifico.


di ISABELLA CASTAGNA

3 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page