CANDIDATURE PER LA SCUOLA D’ESTATE, INVIA LA TUA MESSA A DISPOSIZIONE

Il ministro dell’istruzione, Patrizio Bianchi aprirà le porte anche alle cooperative nell’ambito del Pon


Il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, rilancia la proposta della scuola d’estate. Questo potrebbe essere un buon motivo per inviare la propria messa a disposizione per coloro che intendono lavorare nelle scuole, anche come prima esperienza didattica.


In costante aumento il flusso di studenti ucraini che giungono nel nostro Paese: sono previsti per settembre circa 30 mila profughi, tra bambini e ragazzi.

Ragion per cui il Ministro dell’Istruzione ha deciso di rilanciare l’iniziativa della scuola d’estate, per costruire un modello di accoglienza fatto di supporto psicologico e di recupero sociale.


Estate 2022

Molti docenti non saranno operativi nel periodo estivo, soprattutti dopo due anni di pandemia a dir poco impegnativi, ed è per questo motivo che Ministero aprirà le porte alle cooperative nell’ambito dei progetti PON o a quegli aspiranti supplenti che volessero candidarsi presso le scuole, anche come prima esperienza didattica, facendo domanda mediante la Mad (messa a disposizione).



di CARLO VARALLO


0 visualizzazioni0 commenti