DIFFONDERE LO SPORT NELLE SCUOLE: SIGLATO IL PROTOCOLLO D’ INTESA

Il protocollo ha l’ obiettivo di tutelare la salute di studenti e studentesse


Siglato un protocollo d’ intesa tra il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, la sottosegretaria alla Presidenza dei ministri con delega allo Sport, valentina Vezzali e il presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini, per promuovere e diffondere la pratica sportiva nelle scuole.



Il protocollo si pone come obiettivo quello di tutelare la salute di studenti e studentesse promuovendo momenti legati all’ esercizio fisico a partire dal primo ciclo scolastico. In questo modo nasce una collaborazione tra il mondo dell’ istruzione e quello dello sport, con la finalità di costruire programmi che vanno a favorire la prevenzione della dispersione scolastica, la promozione della cultura delle pari opportunità. Ciò incoraggia la partecipazione femminile allo sport e la diffusione di una corretta educazione civile contrapponendosi a comportamenti violenti.


Le iniziative si svolgeranno sia in ambito nazionale sia in ambito locale, coinvolgendo le Società di Serie A nei rispettivi territori di appartenenza.


Il presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini, ha commentato :“Un accordo fondamentale per la crescita culturale, civile e sociale di bambini e ragazzi. Lo sport, ed in particolare il calcio in quanto attività più popolare tra le giovani generazioni, è fondamentale per il benessere degli studenti, per la diffusione di uno stile di vita sano che serva a contrastare la dispersione scolastica e i comportamenti di devianza giovanile. Ringrazio il ministro Bianchi e la sottosegretaria Vezzali per la cooperazione e la comune volontà nel raggiungimento di questo protocollo e ringrazio altresì per la collaborazione Sport e Salute”.


La sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo Sport Valentina Vezzali: “La scuola è il luogo giusto dove promuovere la pratica sportiva permettendo la crescita della persona secondo un corretto stile di vita. Tutti conosciamo l’importanza del calcio in Italia: per passione, seguito e valore economico è il motore dello sport italiano. Per alcuni lunghi anni a molti giovani non verrà data l’opportunità di seguire l’Italia ai Mondiali, e per questo, grazie anche al contributo di Sport e Salute verranno realizzati progetti e iniziative con lo scopo di avvicinare il mondo della scuola alle attività motorie in ambito calcistico, con l’obiettivo di non disperdere l’interesse e l’attenzione dei più giovani verso lo sport più amato del Paese”.


di ISABELLA CASTAGNA