EMANATA LA NOTA PER IL PROGRAMMA SCUOLA DIGITALE 2022/26

Il 12 maggio il Miur ha pubblicato la nota n. 651 nella quale si evidenziano quattro iniziative progettuali


La pandemia ha fatto sì che la scuola diventasse protagonista della rivoluzione digitale affrontando non poche difficoltà, infatti, la digitalizzazione della pubblica amministrazione, ritenuta strategica per la crescita del Paese, è stata inserita nel Piano Nazionale e Resilienza (PNRR).


A tal proposito, nella nota n. 651 del 12 maggio 2022, si legge che:


“Il Ministero dell’Istruzione e il Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri hanno attivato il programma “Scuola digitale 2022-2026”, volto a sostenere questo percorso di innovazione, rendendo le Istituzioni scolastiche più digitali, moderne, accessibili ed efficienti”.


Nel programma si evidenziano quattro iniziative progettuali:


  • Migrazione al cloud: mira a realizzare la migrazione dei servizi/applicativi delle Istituzioni scolastiche verso infrastrutture e soluzioni cloud qualificate per garantire maggiore affidabilità e sicurezza, in coerenza con quanto definito all’interno della Strategia Cloud Italia;

  • Siti web (esperienza del cittadino nei servizi pubblici): mira alla realizzazione o aggiornamento dei siti web delle Istituzioni scolastiche tramite l’utilizzo di un modello standard che migliorerà le esperienze digitali di genitori, studenti e, più in generale, dell’intera comunità scolastica;

  • PagoPA e app IO: mira a rafforzare la diffusione della piattaforma pagoPA, per la gestione dei pagamenti da parte delle famiglie, e dell'app IO, quale punto principale di contatto tra i cittadini e le Scuole per un'ampia gamma di servizi;

  • SPID e CIE: mira a rafforzare la diffusione dell’identità digitale, garantendo l’erogazione dei servizi digitali da parte delle Istituzioni scolastiche con accesso tramite SPID e CIE.


Per quello che riguarda le iniziative “PagoPA e app IO” e “SPID e CIE”, le scuole ne potranno usufruirne in modo semplice e diretto, essendo state realizzate direttamente dal Ministero dell’Istruzione.


Per le iniziative “Migrazione al cloud” e “Siti web”, sono stati messi a disposizione delle Istituzioni Scolastiche, rispettivamente, un importo di 50 milioni di euro e a 45 milioni di euro. Per l’adesione a tali iniziative e per accedere alle risorse stanziate, le Istituzioni Scolastiche dovranno procedere come di seguito:


  • Registrarsi sulla piattaforma PA digitale 2026 (https://padigitale2026.gov.it/);

  • Candidarsi agli avvisi di finanziamento pubblicati su di essa, la cui scadenza è prevista in data 24 giugno 2022.


“Le Scuole, registrandosi sulla piattaforma, riceveranno informazioni periodiche legate agli avvisi aperti. Sarà inoltre possibile iscriversi alla newsletter di PA digitale 2026 per rimanere aggiornati su tutte le future opportunità e gli avvisi dedicati al mondo scolastico”.


di CARLO VARALLO


0 visualizzazioni0 commenti